Il cambio del pannolino per anziani: come fare

La cura di una persona che non è più autonoma è un percorso costituito da diverse problematiche, che non sono sempre facili da risolvere. La sopravvenuta mancanza di indipendenza di una persona a noi cara, che in precedenza era in grado di accudirsi in modo autonomo è un evento difficile che ha risvolti psicologici e organizzativi, oltre che pratici.
Spesso, l’incontinenza è una delle problematiche che contraddistinguono questa situazione. Pertanto, il caregiver deve essere in grado di imparare a mettere il pannolone all’anziano che ne ha bisogno. Seppur in prima battuta quest’attività sembra essere difficoltosa, in realtà si tratta di una pratica di base nel campo medico.
Cambiare il pannolone è una pratica medica di base che è necessario conoscere per assistere un anziano. Noi di Dailee ti insegnamo come fare.

Quale pannolone scegliere?

Innanzitutto, è necessario sapere che esistono diversi casi di incontinenza. Essa può presentarsi in modo leggero, moderato o grave e può essere di tipo urinario oppure anche fecale. In base al livello di incontinenza di cui il paziente soffre è possibile scegliere la tipologia di ausili da utilizzare per il suo contenimento.
Solitamente, gli ausili per incontinenza sono differenziati in base al livello di assorbenza e alla taglia. Dailee propone diverse tipologie di pannoloni e assorbenti per incontinenza:

  • Leggera incontinenza urinaria: in questo caso è possibile scegliere tra gli assorbenti incontinenza femminili e gli assorbenti incontinenza maschili.
  • Incontinenza moderata: il pannolino a mutandina è disponibile in diversi livelli di assorbenza, per garantire una protezione contro tutte le forme di incontinenza. Nel caso della moderata incontinenza, è una soluzione assolutamente valida in grado di permettere al paziente una comoda vestibilità e la libertà di movimento.
  • Incontinenza grave: questa tipologia di incontinenza presuppone l’utilizzo di ausili per l’incontinenza altamente protettivi. Spesso, in questi casi il paziente necessita di un aiuto per poter indossare il pannolone. Dailee propone il pannolone sagomato e il pannolone per anziani, ideato per persone allettate che necessitano di un supporto totale.

In questa pratica guida ti insegneremo a cambiare il pannolone per anziani Dailee Slip.

Come mettere il pannolone a un anziano

Nel caso in cui sia necessario cambiare il pannolone a una persona completamente allettata bisogna capire se il paziente è collaborativo oppure no.
Nel primo caso, l’anziano con capacità di movimento nel letto potrà essere cambiato abbastanza velocemente. Utilizzando un pannolone per anziani Dailee Slip, si dovrà chiedere all’anziano di sdraiarsi sul fianco per poter applicare l’ausilio nella parte posteriore. In seguito, l’anziano dovrà girarsi nel letto in posizione supina, affinché il caregiver possa sistemare nella corretta posizione il pannolone Dailee Slip. Infine, sarà possibile concludere l’operazione chiudendo le orecchie elastiche del pannolone, ideate per garantire una migliore vestibilità e una maggiore comodità.
Se il paziente a cui è necessario cambiare il pannolone non è collaborativo, allora il procedimento da seguire diviene più complesso. Tutte le operazioni di spostamento dell’anziano sono da svolgersi senza l’aiuto di questo ultimo, adottando le necessarie attenzioni, sicurezze e delicatezze. Non sempre, però, una persona è in grado di spostare autonomamente l’anziano. Per cui, alcune volte, è necessario utilizzare alcuni ausili medici, come un sollevatore, che vengono forniti dall’ASL di competenza se la situazione dell’anziano lo richiede.

Sia nel caso in cui l’anziano sia collaborativo, sia che esso non sia collaborativo, per un corretto cambio del pannolone, è sempre necessario utilizzare delle traverse letto assorbenti, che proteggono la superficie da eventuali perdite durante il cambio dell’ausilio per l’incontinenza.

Carrello

Have no product in the cart!
0
popup newsletter